100 anni di bellezza italiana
Pubblicato il 23 Luglio 2015 nella categoria Bellezza, news

Da qualche tempo il sito Cut pubblica video con la storia di 100 anni di bellezza in vari paesi del mondo. Dopo Russia, Iran, India e altri paesi (che trovate tutti sul canale Youtube), è arrivato anche il momento dell’Italia; ecco qui quindi la rappresentazione di 100 anni di bellezza nel nostro paese.

Le ispirazioni provengono principalmente dallo studio delle proposte degli stilisti italiani che nel corso dell’ultimo secolo hanno influenzato i capelli, il trucco e lo stile.

Per il look degli anni ’10 del secolo scorso l’ispirazione è stata quella dello stilista Mariano Fortuny (influenzato a sua volta dallo stile classico greco), con i capelli erano tirati su e il trucco molto lieve, fatta eccezione per il rossetto.

Gli anni ’20 si ispirano direttamente all’icona di stile Elsa Schiapparelli: sopracciglia più delineate, eyeliner pesante, e capelli raccolti in un chignon basso.

Negli anni ’40 l’Italia era ancora nella scia di povertà della seconda guerra mondiale e tutto questo ebbe riflessi anche nella moda: il trucco era praticamente scomparso e le acconciature divennero più pratiche e comode.

La ripresa economica cominciò in Italia nel 1950: l’industria tessile era in piena espansione e la moda proponeva colori vivaci e modelli sagomati. I capelli e il trucco avevano un’importanza minore ma puntavano comunque a esaltare la femminilità.

Negli anni 1970 il colore è stato utilizzato ovunque e dovunque, anche sul viso (avete visto l’ombretto verde e il rossetto arancione?); l’influenza è chiaramente quella di Missoni e dei suoi colori audaci.

Gli anni ’80 sono gli anni di Versace e del color oro: accessori per capelli, ombretto, e persino il rossetto, tutto oro e appariscente.

Le ispirazioni attuali? Trucco colorato e acconciature stravaganti, come quelle presentate nelle ultime sfilate da Moschino, belle e divertenti. Le avete viste in giro?

Tag:,

Commenti inseriti

Aggiungi un commento